SALVEZZA ETERNA DELL'UOMO


Vai ai contenuti

Menu principale:


Triade Uomo e triade Tempio

SALUTE DELLO SPIRITO DELL'ANIMA E DEL CORPO

TRIADE UOMO E TRIADE TEMPIO

Corinzi 3,16 l’Apostolo Paolo scrive : "Non sapete voi che siete il tempio di Dio, e che lo Spirito di Dio abita in voi ?" . Gli è stato rivelato questo parallelo fra il tempio e l'uomo. Come Dio aveva anticamente stabilito la sua dimora nel tempio, così oggi lo Spirito Santo dimora nell'uomo. Paragonando l'uomo al tempio, possiamo vedere chiaramente come i tre elementi dell'uomo siano manifesti. Sappiamo che il tempio di Gerusalemme era diviso in tre parti. La prima era rappresentata dal cortile esterno (vestibolo) che era visibile a tutti e visitato da tutti. Più internamente c'era il Luogo Santo, nel quale soltanto i sacerdoti potevano entrare per offrire a Dio olio, incenso e pane.Si trovavano abbastanza vicino a Dio, ma non proprio a contatto con Lui, perché stavano ancora al di qua della cortina e quindi non alla presenza immediata di Dio. Dio abitava più internamente, nel Luogo Santissimo, dove nessun uomo poteva entrare. Benché il sommo sacerdote vi potesse entrare una sola volta all'anno, questa disposizione stava a indicare che nessun uomo poteva entrare nel Luogo Santissimo prima che la cortina fosse strappata. Anche l'uomo è il tempio di Dio, ed è composto di tre parti. Il corpo è come il cortile esterno, con la sua vita esteriore, visibile a tutti. E' lì che l'uomo dovrebbe ubbidire a tutti i comandamenti di Dio. E' lì che il Figlio di Dio si sostituisce all'uomo e muore per tutta l'umanità. Più internamente c'è l'anima dell'uomo che costituisce la vita interiore della creatura umana e che comprende le emozioni, la volontà e l'intelletto. Tale è il Luogo Santo dell'uomo rigenerato, poiché il suo amore, la sua volontà e il suo pensiero sono pienamente illuminati per essere in grado di servire Dio come faceva l'antico sacerdote. Più interiormente, oltre la cortina, si trova il Luogo Santissimo in cui nessuna luce umana è mai penetrata e che nessuno sguardo umano ha mai sfiorato. E' la "dimora segreta dell'Altissimo", l'abitazione di Dio. Non può essere raggiunto dall'uomo se Dio non strappa la cortina. E' lo spirito dell'uomo. Questo spirito sta di là della coscienza dell'uomo e al di sopra della sua sensibilità. E' qui che l'uomo si unisce a Dio ed entra in comunione con Lui. Non c'è nessuna luce nel Luogo Santissimo, perché Dio vi dimora. La luce del Luogo Santo è fornita dal candelabro dalle sette braccia. Il cortile esterno stà alla luce del giorno. Tutte queste cose servono come illustrazione e sono l'ombra della realtà di una persona rigenerata. Lo spirito è come il Luogo Santissimo, permeato della presenza di Dio, dove tutto avviene per fede, di là della visione, della comprensione riguardanti sia il mondo delle idee, sia la realtà materiale. Il corpo è paragonabile al cortile esterno, chiaramente visibile a tutti. Le azioni del corpo possono essere viste da chiunque. L'anima. ossia la vita interiore dell'uomo, è come il Luogo Santo illuminato.



L'intero essere vostro , lo spirito, l'anima e il corpo, sia conservato irreprensibile. | info@salvezzaeterna.it

Torna ai contenuti | Torna al menu