SALVEZZA ETERNA DELL'UOMO


Vai ai contenuti

Menu principale:


Conosci te stesso

RICERCA DI SE' E VOLONTA' DI DIO

CONOSCI TE STESSO

Socrate diceva che la verità risiede nell'essere di ogni persona, egli era convinto che la verità risiedesse in fondo al cuore di ogni essere umano e che fosse possibile portarla alla luce. Oggi l'essere umano continua ad essere un mistero per se stesso, anche se le scienze hanno contribuito a conoscere meglio il proprio corpo e la propria psiche. Siamo consapevoli di non poter giungere alla piena conoscenza della verità e neanche alla piena conoscenza di noi stessi.
Dal profeta Geremia “Il cuore dell’uomo è ingannevole più di ogni altra cosa”, chiedendosi: “Chi potrà conoscerlo?”. Noi non conosciamo quello che è in fondo al nostro cuore, nel profondo di noi stessi. L’evangelista Giovanni nel suo Vangelo afferma che Gesù “Conosceva quello che era nell’uomo”.
Cristo conosce l’uomo meglio di quanto questi conosca se stesso. Gesù conosceva i suoi discepoli molto meglio di quanto essi conoscessero se stessi. E, allo stesso modo, il Signore conosce anche ciascuno di noi molto meglio di quanto noi conosciamo noi stessi. Ciò significa che possiamo conoscere veramente noi stessi solo per mezzo di Cristo, che è l’unico che ci conosce fino in fondo. La conoscenza di noi stessi passa attraverso la nostra conoscenza di Gesù Cristo, che è la via, la verità e la vita.
Noi non riusciremo mai a conoscere pienamente noi stessi coi nostri sforzi personali, ma Cristo ci rivela chi siamo. Noi siamo delle
creature che si sono allontanate da Dio, pretendendo di essere autosufficienti. Questa nostra pretesa ci ha separati dalla fonte del nostro essere che è Dio, facendoci ricadere in una condizione esistenziale di alienazione da Dio, da noi stessi e dal nostro prossimo, che la Bibbia chiama peccato. Questo stato di alienazione ci ha resi degli esseri sempre più egoisti e sempre più infelici. L’egoismo, quale condizione esistenziale incentrata sui nostri bisogni, ci ha resi diffidenti gli uni verso gli altri e la diffidenza reciproca contribuisce a quell’ autoisolamento che ci rende infelici.
Il nostro Signore, che si è rivelato a noi nella persona di Gesù Cristo, conosce il nostro cuore e ha anche il potere di trasformarlo. Egli può donarci un cuore disposto a seguirlo e a servirlo, un cuore non più ostile verso gli altri ma che sappia amare, un cuore non più diffidente ma fiducioso, un cuore non più infelice ma gioioso. Soltanto per mezzo di Gesù Cristo possiamo ricevere un cuore nuovo, ossia, una identità rinnovata, non più incentrata su se stessa ma aperta all’incontro con Dio e con gli altri. Affidiamo allora la nostra vita al Signore e, attraverso di Lui che ci conosce fino in fondo, potremo recuperare il senso originario della nostra identità umana ! Noi siamo stati creati per essere in relazione con Dio come suoi “figli” ma, a causa del peccato, abbiamo smarrito la ragion d’essere della nostra esistenza. Ora, però, la nostra identità di “figli di Dio” ci viene ridonata, per grazia, mediante la fede in Gesù Cristo.


Segue ----------> Salvezza solo dall'Uno e Trino


L'intero essere vostro , lo spirito, l'anima e il corpo, sia conservato irreprensibile. | info@salvezzaeterna.it

Torna ai contenuti | Torna al menu